Nel valore di avviamento rilevano anche in concreto le componenti negative

di Simone Furian

Per la determinazione dell’avviamento, l’Agenzia delle entrate non può fare riferimento esclusivamente ai redditi realizzati, ma deve tenere conto anche delle specificità dei beni ceduti e delle circostanze di carattere negativo, evidenziate dalla parte contribuente.

Infatti, l’art. 51 del D.P.R. n. 131/1986 definisce quale sia la base imponibile per i compendi aziendali, stabilendo che la stessa è rappresentata dal valore venale in comune commercio.

Powered by Prismanet.com